• Via dei Principati, 17
    84122 Salerno (SA), Italy
  • + 39 089 9253224
    info@rethink.srl

Bando Ambiente 2018: fino a 300.00€ per Aree Naturali Protette

Nel Mezzogiorno d’Italia sono presenti oltre 200 fra parchi, riserve e altre aree naturali protette: sono luoghi di grande valore non solo naturalistico e paesaggistico, ma anche culturale ed economico, territori unici e preziosi da proteggere e preservare da numerosi rischi e minacce, e da valorizzare attraverso percorsi di sviluppo locale sostenibile.

Con la quarta edizione del Bando Ambiente 2018, la Fondazione CON IL SUD intende appunto rinnovare il proprio impegno sul tema della tutela e valorizzazione dei beni ambientali mettendo a disposizione 5 milioni di euro per progetti esemplari (capaci di generare valore sociale ed economico sul territorio), presentabili per la prevenzione e riduzione dei rischi ambientali all’interno dei Parchi e delle Aree naturali protette meridionali.

OBBIETTIVI BANDO AMBIENTE 2018

Con il Bando Ambiente 2018 si interviene sulla perdita/distruzione di biodiversità e il degrado degli habitat naturali presenti nel Mezzogiorno d’Italia causati da diversi fattori (fenomeni di abbandono e incuria, degrado, incendi), che danneggiano soprattutto il patrimonio boschivo meridionale.

REGIONI DESTINATARIE CONTRIBUTI/AREE DI INTERVENTO

Sono coinvolte le Regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Le potenziali aree di intervento sono quelle individuate nella Legge quadro 394/91 ed iscritte nell’Elenco Ufficiale delle Aree Protette (EUAP), escluse le aree protette in cui insistono i progetti finanziati in risposta al bando Ambiente 2015. L’elenco completo delle potenziali aree di intervento è riportato all’interno dell’Allegato A al Bando ambiente 2018.

AMBITO DI INTERVENTO

La proposta di intervento deve sviluppare una iniziativa pluriennale e “condivisa”, orientata a raggiungere (in modo sostenibile e costante) la concreta e misurabile prevenzione o riduzione dei rischi individuati, tra cui:

  • perdita delle biodiversità;
  • inquinamento;
  • incendi;
  • dissesto idro-geologico.

La proposta potrà anche prevedere ulteriori attività di prevenzione e riduzione dei rischi, purché strettamente connessi e integrati agli obbiettivi del Bando Ambiente 2018, ovvero:

  • interventi di riqualificazione e di fruizione delle aree naturali protette;
  • attività di formazione e sensibilizzazione della cittadinanza, con particolare attenzione alle attività svolte all’interno dell’area protetta e rivolte alle giovani generazioni.
Leggi anche  Bando Macchinari Innovativi MISE: contributi per le "fabbriche intelligenti" nel Sud Italia

Il numero massimo di proposte presentabili per ogni tipologia di area naturale protetta è pari a:

  • 3 nel caso dei Parchi nazionali;
  • 3 nel caso dei Parchi regionali;
  • 2 nel caso delle Riserve naturali statali;
  • 2 nel caso delle Riserve naturali regionali;
  • 2 nel caso delle Aree marine protette;
  • 1 nel caso delle Altre aree naturali protette.

PARTECIPANTI AMMESSI AL BANDO AMBIENTE 2018

Possono presentare proposte di progetto organizzazioni senza scopo di lucro nella forma di:

  • associazione (riconosciuta o non riconosciuta);
  • cooperativa sociale o consorzio sociale;
  • ente ecclesiastico;
  • fondazione;
  • impresa sociale (nelle diverse forme previste dalla L. 106/2016).

CONDIZIONI DI AMMISSIBILITÀ PROPOSTE DI PROGETTO

Saranno ammesse tutte le proposte di progetto che rispettino tutti i seguenti requisiti:

  1. invio, esclusivamente on-line e secondo le tempistiche prestabilite, di tutti i seguenti documenti: allegati di anagrafica, allegati di progetto;
  2. presentazione del progetto da partnership costituite da almeno un soggetto responsabile, un organismo di gestione e un partner del terzo settore (i 3 ruoli dovranno essere distinti l’un dall’altro e non potranno in nessun caso coincidere) secondo le modalità e le condizioni previste ai punti 2.1, 2.2 e 2.3 e relativi sotto-paragrafi, e siano complete delle relative schede di partenariato debitamente compilate on-line;
  3. realizzazione dell’intervento nei territori di una o più regioni del Sud Italia in cui opera la Fondazione;
  4. realizzazione di interventi coerenti con gli obiettivi e gli ambiti di intervento indicati nei paragrafi 1.2 e 1.3;
  5. siano ricomprese entro il numero massimo di proposte che è possibile presentare per ogni tipologia di area naturale protetta;
  6. richiedano un contributo da parte della Fondazione non superiore a €300.000;
  7. prevedano una quota di co-finanziamento, costituita interamente da risorse finanziarie, pari ad almeno il 20% del costo complessivo del progetto, indicando le fonti del finanziamento;
  8. presentino una durata complessiva del progetto non inferiore ai 24 mesi e non superiore ai 36 mesi.

CONDIZIONI DI NON AMMISSIBILITÀ AL BANDO AMBIENTE 2018

Non saranno ammesse le proposte di progetto che non rispettino una o più delle condizioni di ammissibilità prima elencate e che:

  1. siano dirette prevalentemente ad attività di studio e ricerca;
  2. siano presentate da persone fisiche, enti pubblici, partiti politici, organizzazioni sindacali, associazioni di categoria, soggetti che a vario titolo svolgono propaganda politica nonché attività in contrasto con la libertà e la dignità della persona ovvero da soggetti che possono distribuire utili o destinare il patrimonio a finalità lucrative;
  3. prevedano interventi all’interno delle aree protette in cui insistono i progetti finanziati in risposta al bando Ambiente 2015;
  4. registrino costi per l’acquisto o la costruzione di infrastrutture fisiche immobiliari;
  5. prevedano una quota superiore al 50% del contributo richiesto per la copertura dei costi ammortizzabili (compresi gli interventi di riqualificazione/ristrutturazione di beni immobili);
  6. richiedano contributi per la gestione ordinaria dei componenti della partnership;
  7. possano generare impatti ambientali negativi, ovvero non garantiscano il rispetto del patrimonio naturale, ambientale e culturale.
Leggi anche  Bando Macchinari Innovativi MISE: contributi per le "fabbriche intelligenti" nel Sud Italia

DOTAZIONE FINANZIARIA

  • dotazione prevista di 5 milioni di euro.

MODALITÀ PRESENTAZIONE PROPOSTE E SCADENZA

Le proposte di progetto devono essere compilate e inviate on-line entro le ore 13:00 dell’8 giugno 2018 attraverso il portale CHÀIROS messo a disposizione dalla Fondazione.


Interessato ad approfondire? contattaci!

Potrebbero interessarti

Formula Noleggio Operativo Cogeneratore Formula Noleggio Operativo Cogeneratore Cosa è più importante per te, possedere l'impianto oppure spendere di meno per i consumi energetici? Se hai s...
Bando “Fabbrica intelligente, agrifood e sci... Con il Bando "Fabbrica intelligente, agrifood e scienze della vita" il MISE prevede l'agevolazione di progetti di ricerca industriale e di sviluppo sp...
Kit fotovoltaici per abitazioni e piccole attività... Con un impianto fotovoltaico, riduci sensibilmente la bolletta elettrica. In più, con le detrazioni fiscali, recuperi il 50% di quello che hai speso....
 Tags: , , , , ,
Share

Posts by 

Newsletter

Ricerca bandi e contributi

Seguici anche su Telegram!

Enter your keyword:

Ciao!

Ogni settimana selezioniamo le opportunità più interessanti: incentivi, contributi e fondi per far partire investimenti o progetti.

Non perdere nessuna occasione, iscriviti al nostro servizio di aggiornamento gratuito per ricevere le ultime notizie.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: