• Via dei Principati, 17
    84122 Salerno (SA), Italy
  • + 39 089 9253224
    info@rethink.srl

PSR Campania T.I. 7.6.1 A e B2: 100% a fondo perduto per la riqualificazione di piazze e monumenti in area rurale

PSR Campania T.I. 7.6.1 – Azioni A e B2: la Regione Campania eroga risorse a fondo perduto con il 100% di copertura dell’investimento, con l’obiettivo di valorizzare sia il ricco e variegato patrimonio naturale che gli elementi caratteristici dell’architettura di borghi rurali.

Lo fa attraverso due operazioni:

  • Operazione A) “Sensibilizzazione Ambientale”;
  • Operazione B) Intervento 2 “Ristrutturazione di piccoli elementi rurali, strade e piazze storiche”.

Vediamo quali sono le caratteristiche del bando.

AMBITO TERRITORIALE

Gli interventi devono collocarsi nelle Macroaree C e D del PSR Campania 2014-2020.

BENEFICIARI

Per l’operazione A:

  1. Soggetti Gestori delle aree Natura 2000;
  2. Enti Parco nazionali e regionali;
  3. Comuni ricadenti in macroarea C o D, non ricadenti in Aree Parco, nei cui territori sono presenti Aree Natura 2000 prive di Enti Gestori.

Per l’operazione B2:

  1. Comuni collocati in macroarea C e D .

DOTAZIONE FINANZIARIA

Lo stanziamento complessivo è pari a € 5 Milioni, di cui:

  • € 1 Milione per gli interventi dell’operazione A.
  • € 4 Milioni per gli interventi dell’operazione B2.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI

Operazione A “Sensibilizzazione Ambientale”: attività di informazione e sensibilizzazione in materia di ambiente, inclusi gli aspetti relativi ai cambiamenti climatici, individuazione, mappatura di itinerari di interesse comunitario (Dir. 92/43/CEE e Dir.2009/147/CE), caratterizzazione di specie arboree ed arbustive nonché di avifauna di particolare pregio paesaggistico e naturalistico, indagini scientifiche.

Operazione B2 “Riqualificazione del patrimonio culturale rurale”:

  1. ristrutturazione di elementi rurali di interesse storico architettonico, quali ponti in legno e/o in pietra, abbeveratoi, fontane, fontanili, lavatoi, torri civiche, collocate nell’ambito del territorio comunale;
  2. riqualificazione di strade e piazze storiche site nel centro storico, inclusi i manufatti di proprietà pubblica insistenti su di essi.

CONDIZIONI DI AMMISSIBILITÀ

Operazione A: i richiedenti devono ricadere nelle macroaree C – D.

Leggi anche  Campania, riduzione dei consumi energetici degli edifici pubblici: approvato l'avviso

Operazione B2:

  • avere popolazione residente non superiore a 5.000 abitanti;
  • presentare un progetto almeno definitivo;
  • osservare i principi della Carta del Restauro 1972, della Carta Europea del Patrimonio Architettonico del 1975, dalla Convenzione Europea del Paesaggio sottoscritta a Firenze il 20/10/2000;
  • proporre, laddove esistenti, progetti coerenti con eventuali piani di sviluppo dei comuni e dei villaggi situati nelle zone rurali e dei servizi comunali di base.

TIPO DI SOSTEGNO

L’aliquota del Contributo è pari al 100% della spesa ammissibile per entrambe le operazioni (IVA inclusa).

Per l’operazione A, la spesa massima ammissibile per progetto è pari a:

  • € 10.000,00 in caso di Comune;
  • € 60.000,00 in caso di Ente Parco o Ente Gestore aree Natura 2000.

Per l’operazione B2, la spesa massima ammissibile è:

  • € 500.000,00 per strade e piazze storiche;
  • € 150.000,00 per i piccoli manufatti rurali.

CRITERI DI SELEZIONE

Il punteggio totale assegnabile a ciascun progetto è pari a 100.

Saranno ammesse a beneficiare degli aiuti le iniziative che hanno riportato almeno il punteggio minimo di 40 per l’operazione A. Per l’operazione B2 il punteggio minimo da raggiungere è 50 di cui 30 ottenuti nel principio “Qualità progettuale in coerenza e rispondenza con gli obiettivi della misura”.

I criteri con cui sono assegnati i punteggi sono i seguenti:

Operazione A.  Il progetto deve ricadere prevalentemente (oltre il 50%) in:

  • Macroarea D;
  • aree Natura 2000;
  • aree protette;

Operazione B2. Saranno tenuti in considerazione:

  • Il Numero di abitanti per comune;
  • La Macroarea di appartenenza;
  • Particolare importanza verrà data alla qualità progettuale in coerenza e rispondenza agli obiettivi della misura:
    • Presenza del Piano Colore;
    • Valore storico e naturalistico del bene;
    • Coerenza con interventi precedenti;
    • Livello di dettaglio tecnico della progettazione.
Leggi anche  Campania, riduzione dei consumi energetici degli edifici pubblici: approvato l'avviso

SCADENZA

30 Ottobre 2017


Qui il link ufficiale alla Misura. Contattaci per qualsiasi approfondimento in merito:

Potrebbero interessarti

Obbligo Diagnosi Energetica per le imprese, faccia... Il decreto legislativo del 4 luglio 2014 n. 102 ha introdotto l'Obbligo Diagnosi Energetica per alcune tipologie di aziende: di seguito i principali c...
Virtual Energy Management Con la Formula Digital Energy offriamo una soluzione integrata per monitorare i tuoi consumi e personale qualificato per interpretare i dati e farti r...
 Tags: , , , ,
Share

Posts by 

No Comments Leave a comment  

Facci sapere cosa ne pensi

Newsletter

Ricerca bandi e contributi

Seguici anche su Telegram!

Enter your keyword:

Ciao!

Ogni settimana selezioniamo le opportunità più interessanti: incentivi, contributi e fondi per far partire investimenti o progetti.

Non perdere nessuna occasione, iscriviti al nostro servizio di aggiornamento gratuito per ricevere le ultime notizie.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: