• Via dei Principati, 17
    84122 Salerno (SA), Italy
  • + 39 089 9253224
    info@rethink.srl

Credito d’Imposta Fotovoltaico e Cogeneratore: grazie al Bonus Sud recuperi fino al 45% i tuoi investimenti in efficienza energetica

Credito d’Imposta per il Mezzogiorno (Bonus Sud)

Con la Legge di stabilità 2016 è stato introdotto, per gli anni dal 2016 al 2019, un credito di imposta a favore delle imprese che acquistano beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive ubicate nelle regioni Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo. Il decreto legge 29 dicembre 2016, n. 243, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2017, n. 18, ha ulteriormente modificato ed ampliato la disciplina del credito d’imposta.

Che cosa è il Credito d’Imposta

Un credito di imposta può essere destinato a compensare i debiti, a diminuire le imposte dovute oppure, quando ammesso, se ne può richiedere il rimborso, ad es. in sede di dichiarazione dei redditi.

La misura dell’agevolazione, che fino al 28 febbraio 2017 era del 20% per le piccole, 15% per le medie e 10% per le grandi imprese, dal 1° marzo 2017 è stata portata a:

  • 45% per le piccole imprese:
  • 40% per le medie imprese;
  • 35% per le grandi imprese;

Destinatari dell’agevolazione

Possono usufruire del beneficio sul credito di imposta nel Mezzogiorno, tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa, individuabili in base all’art. 55, del T.U.I.R., indipendentemente dalla natura giuridica assunta, che effettuano nuovi investimenti destinati a strutture produttive situate nelle nelle regioni Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo.

Spese ammissibili

Risultano agevolabili gli investimenti in macchinari, impianti e attrezzature varie, relativi alla creazione di un nuovo stabilimento, all’ampliamento della capacità di uno stabilimento esistente, alla diversificazione della produzione di uno stabilimento per ottenere prodotti mai fabbricati precedentemente e a un cambiamento fondamentale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente, ovvero, per le grandi imprese localizzate nelle aree di cui all’art. 107, par. 3, lett. c), del T.F.UE, quelli a favore di una nuova attività economica.

Leggi anche  Rifasamento: cosa è, quando è necessario e quanto conviene?

I beni, conseguentemente, devono essere di uso durevole ed atti ad essere impiegati come strumenti di produzione all’interno del processo produttivo dell’impresa. Sono, pertanto, esclusi i beni autonomamente destinati alla vendita (c.d. beni merce), come pure quelli trasformati o assemblati per l’ottenimento di prodotti destinati alla vendita.

E’ interessante sottolineare che sono agevolati anche investimenti per la realizzazione di impianti per la produzione di energia, e dunque anche la realizzazione di impianti fotovoltaici e di cogenerazione finalizzati all’autoproduzione di energia per la propria unità produttiva.

Sono ammessi l’acquisto da terzi, anche in locazione (leasing) finanziaria, quanto la realizzazione in economia o mediante contratto d’appalto.

Massimali di spesa

La percentuale del Credito d’Imposta  si applica – nella nuova versione del credito 2018 – su limiti massimi di spesa più elevati:

  • Piccole imprese: 3 milioni di euro.
  • Medie imprese: 10 milioni di euro.
  • Grandi imprese: 15 milioni di euro.

Quando non si applica il credito di imposta

Il credito d’imposta non si applica alle imprese in difficolta finanziaria e a quelle operanti nei settori dell’industria siderurgica, carbonifera, della costruzione navale, delle fibre sintetiche, dei trasporti e delle relative infrastrutture, della produzione e della distribuzione di energia, delle infrastrutture energetiche, del credito, della finanza e delle assicurazioni.

Cumulabilità

Un altro aspetto molto interessante è che è consentito il cumulo dell’agevolazione anche con altri aiuti di Stato, anche in regime “de minimis”, a condizione che non siano superati i limti consentiti dalle pertinenti discipline europee di riferimento.

Il Credito d’Imposta per il Mezzogiorno è quindi ad esempio cumulabile con il Super-Ammortamento del 130% (di cui abbiamo parlato qui), anche questo applicabile ad impianti fotovoltaici o ad impianti di cogenerazione.

Leggi anche  Conto Termico 2.0: contributi per pompe di calore

Come fruire del credito

Il credito d’imposta è attribuito in relazione agli investimenti realizzati a decorrere dal 1° gennaio 2016 fino al 31 dicembre 2019.

Per fruire del credito d’imposta, i soggetti interessati devono presentare all’Agenzia delle Entrate un’apposita comunicazione nella quale devono essere indicati i dati degli investimenti agevolabili e del credito d’imposta del quale è richiesta l’autorizzazione alla fruizione:

Modello – pdf – Comunicazione per la fruizione del credito d’imposta per il Mezzogiorno

L’autorizzazione o meno alla fruizione del credito d’imposta è comunicata dall’Agenzia delle Entrate in via telematica mediante un’apposita ricevuta. Il beneficiario può utilizzare il credito d’imposta maturato solo in compensazione presentando il modello F24 esclusivamente tramite Entratel o Fisconline, pena il rifiuto dell’operazione di versamento, a partire dal quinto giorno successivo alla data di rilascio della ricevuta attestante la fruibilità del credito d’imposta.


Credito d’Imposta, Super-Ammortamento, Eco-Bonus, Conto Termico: è sempre più facile realizzare interventi per l’efficientamento energetico del proprio ciclo produttivo. Numerose le agevolazioni disponibili per far rientrare velocemente i propri investimenti sul risparmio energetico. Valuta con noi la migliore strada per realizzare il tuo intervento. E se ritieni che la principale difficoltà sia accedere al credito, o non hai abbastanza liquidità per realizzare gli investimenti, considera la nostra formula di Noleggio Operativo di Impianto Fotovoltaico o Cogeneratore.

Contattaci per qualsiasi necessità di chiarimento.

 

 

Potrebbero interessarti

Formula Noleggio Operativo Cogeneratore Formula Noleggio Operativo Cogeneratore Cosa è più importante per te, possedere l'impianto oppure spendere di meno per i consumi energetici? Se hai s...
Virtual Energy Management Con la Formula Digital Energy offriamo una soluzione integrata per monitorare i tuoi consumi e personale qualificato per interpretare i dati e farti r...
Esperto in Gestione dell’Energia Certificato... Esperto in Gestione dell’Energia Certificato per ottimizzare e razionalizzare i consumi energetici. Hai mai provato a gestire ed ottimizzare i consum...
 Tags: , , ,
Share

Posts by 

No Comments Leave a comment  

Facci sapere cosa ne pensi

Newsletter

Ricerca bandi e contributi

Seguici anche su Telegram!

Enter your keyword:

Ciao!

Ogni settimana selezioniamo le opportunità più interessanti: incentivi, contributi e fondi per far partire investimenti o progetti.

Non perdere nessuna occasione, iscriviti al nostro servizio di aggiornamento gratuito per ricevere le ultime notizie.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: