• Via dei Principati, 17
    84122 Salerno (SA), Italy
  • + 39 089 9253224
    info@rethink.srl

Esperto in Gestione dell’Energia Certificato, cosa c’è da sapere

Esperto in Gestione dell’Energia Certificato per ottimizzare e razionalizzare i consumi energetici.

Hai mai provato a gestire ed ottimizzare i consumi energetici della tua azienda o del tuo condominio? E’ un lavoraccio! per farlo al meglio è infatti necessario saper leggere una bolletta, conoscere le tecnologie più disparate, individuare forme di incentivo ed agevolazioni, valutare al meglio gli investimenti necessari, essere aggiornati sulla normativa vigente e tanto altro..

E’ per questo che sia il mercato che la normativa hanno richiesto la creazione di un profilo professionale specifico, che unisse tutte queste qualità: l’Esperto in Gestione dell’Energia (EGE).

In particolare, la norma UNI-CEI 11339, pubblicata a fine dicembre 2009, ha introdotto l’Esperto in Gestione dell’Energia certificato, al fine di certificare le competenze di questa particolare figura professionale. In particolare la norma UNI-CEI 11339 definisce due settori di specializzazione e quindi due profili di riferimento:

  • EGE settore industriale (con competenze finalizzate ad applicazioni industriali e processi produttivi, comprende anche il settore Trasporti);
  • EGE settore civile (con competenze finalizzate agli utilizzi civili, al settore del terziario e della pubblica amministrazione).

Cosa fa l’Esperto in Gestione dell’Energia certificato?

Come avrai capito, l’EGE è  una figura le cui competenze sono certificate dalla norma UNI CEI 11339 che ha come obiettivo quello di migliorare l’efficienza energetica di edifici e processi produttivi attraverso la gestione intelligente e razionale dell’energia, riducendo così i consumi energetici e le emissioni nocive.

E’ definito dal D.Lgs. n. 115/2008  come il “soggetto che ha le conoscenze, l’esperienza e la capacità necessarie per gestire l’uso dell’energia in modo efficiente”, che può coincidere o meno con l’Energy Manager.

Quando è necessario rivolgersi ad un Esperto in Gestione dell’Energia certificato?

Con l’entrata in vigore del D.Lgs. 102/2014, imprese, enti pubblici e condomini possono avere la necessità di rivolgersi ad un EGE in quanto è tra le figure professionali riconosciute dalla normativa di riferimento per la redazione delle Diagnosi Energetiche (qui abbiamo approfondito l’argomento per le imprese), un documento in molti casi obbligatorio che permette di accedere ad incentivi, sconti ed agevolazioni. Vediamo nel dettaglio in quali casi vige l’obbligo di Diagnosi Energetica redatta da un EGE certificato:

SEI UNA PA?

Il D.Lgs 115/2008, all’art. 13, b), prevede l’obbligo per la PA di effettuare le diagnosi energetiche degli edifici pubblici o ad uso pubblico, in caso di interventi di ristrutturazione degli impianti termici, compresa la sostituzione dei generatori, o di ristrutturazioni edilizie che riguardino almeno il 15 per cento della superficie esterna dell’involucro edilizio che racchiude il volume lordo riscaldato.

SEI UN’IMPRESA?

Ai sensi del  D.Lgs. n. 102/2014 sono obbligate a predisporre la diagnosi energetica:

  • Le grandi imprese, ovvero come specificato dal MISE, quelle imprese che occupano più di 250 persone, il cui fatturato annuo supera i 50 milioni di euro o il cui totale di bilancio annuo supera i 43 milioni di euro
  • Imprese a forte consumo di energia o Energivore

Le imprese obbligate sono anche quelle che possono richiedere le agevolazioni in bolletta (qui maggiori dettagli in un precedente post)

L’obbligo per la prima diagnosi è già scaduto il 5/12/2015 e si avvicina la necessità di presentare la seconda diagnosi prevista per la fine del 2019! In caso contrario, si rischia una sanzione amministrativa da € 4.000 a € 40.000.

SEI UN CONDOMINIO?

Il Decreto Requisiti Minimi (DM 26/06/2015), all’art. 5.3 del All. 1, prevede l’obbligo di diagnosi energetica negli edifici nel caso di ristrutturazione o di nuova installazione di impianti termici di potenza termica nominale del generatore maggiore di 100 kW, ivi compreso il distacco dall’impianto centralizzato, specificando anche le situazioni progettuali possibili da confrontare.

INCENTIVI

Un EGE certificato ti permette di accedere a diversi incentivi legati all’efficienza energetica. Vediamo i principali di seguito:

CONTO TERMICO 2.0

Il Conto Termico 2.0 (DM 16 febbraio 2016) che regola gli incentivi per interventi di incremento dell’efficienza energetica degli edifici esistenti (riservato alle pubbliche amministrazione) e di produzione di energia termica da fonti rinnovabili e sistemi ad alta efficienza (rivolto a privati, imprese e pubbliche amministrazioni),  prevede, per l’accesso agli incentivi, l’obbligo di una Diagnosi Energetica ( art.8 decreto 102/2014 : dal 19/07/2016 redatta esclusivamente da Esperti Gestione Energia certificati UNI 11339 ).

È importante precisare che il Conto Termico 2.0, prevede un incentivo pari al 100% delle spese per la diagnosi energetica e per l’Attestato di Prestazione Energetica (APE) per le PA (e le ESCO che operano per loro conto) e il 50% per i soggetti privati, con le cooperative di abitanti e le cooperative sociali.

CERTIFICATI BIANCHI

I Certificati Bianchi, o Titoli di Efficienza Energetica (TEE) sono titoli negoziabili che certificano i risparmi energetici conseguiti negli usi finali di energia, realizzando interventi di incremento dell’efficienza energetica. Possono essere richiesti da soggetti sia pubblici che privati che, per tutta la durata della vita utile dell’intervento presentato, sono in possesso della certificazione secondo la norma UNI CEI 11352, o hanno nominato un Esperto in gestione dell’Energia certificato secondo la norma UNI CEI 11339, o sono in possesso di un sistema di gestione dell’energia certificato in conformità alla norma ISO 50001.

CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO

In base all’Art. 8 del D. Lgs. n. 102/2014, con cadenza annuale fino al 2020, il MISE pubblica un bando per il cofinanziamento di programmi presentati dalle Regioni finalizzati a sostenere la realizzazione di diagnosi energetiche nelle PMI o l’adozione nelle PMI di sistemi di gestione conformi alle norme ISO 50001. In genere, i Bandi prevedono contributi a fondo perduto a copertura del 50% delle spese per Diagnosi Energetica, Sistema di Gestione dell’Energia ISO 50001 e per la realizzazione degli interventi individuati dalle diagnosi stesse. Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su questa opportunità.

Sistemi di Gestione dell’Energia ISO 50001

L’Esperto in Gestione dell’Energia certificato si presta naturalmente al ruolo di responsabile del sistema gestione energia nell’ambito della norma ISO 50001 “Sistemi di gestione dell’energia – Requisiti e linee guida per l’uso”, una norma internazionale che caratterizza il panorama energetico e che illustra le prerogative per creare, avviare, mantenere e migliorare un sistema di gestione, uso e consumo dell’energia efficiente.


EGE Certificato

 

Il team di Rethink – Sustainable Solutions è dotato di Certificazione come “Esperto in Gestione dell’Energia” secondo lo Schema EGE al n° Registro “EGE_259-CI” per il settore “Civile ed Industriale”, rilasciato dall’ente di certificazione TÜV Italia. Contattaci per le tue diagnosi energetiche.

 

Potrebbero interessarti

Formula Noleggio Operativo Cogeneratore Formula Noleggio Operativo Cogeneratore Cosa è più importante per te, possedere l'impianto oppure spendere di meno per i consumi energetici? Se hai s...
Come scegliere una batteria domestica per l’... Lo storage elettrochimico, per intenderci quello della Tesla Powerwall 2 & simili, promette di rivoluzionare il modo con cui l’energia è gestita, ...
Formula Noleggio Operativo Impianto Fotovoltaico Formula Noleggio Operativo Impianto Fotovoltaico Cosa è più importante per te, possedere l'impianto oppure spendere di meno per i consumi energetici?...
 Tags: , ,
Share

Posts by 

No Comments Leave a comment  

Facci sapere cosa ne pensi

Newsletter

Ricerca bandi e contributi

Seguici anche su Telegram!

Enter your keyword:

Ciao!

Ogni settimana selezioniamo le opportunità più interessanti: incentivi, contributi e fondi per far partire investimenti o progetti.

Non perdere nessuna occasione, iscriviti al nostro servizio di aggiornamento gratuito per ricevere le ultime notizie.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: