POR FESR 2014-2020: oltre 4 miliardi di euro per la Regione Campania, di cui piu` di 3.085.159.382 euro a valere sul FESR.

Ma quali sono le linee di intervento?

Tutti i Programmi sono costruiti secondo una struttura logica di attenzione ai risultati, a partire dagli Obiettivi Tematici (OT), cui  orrisponde un Asse. A ciascun Asse prioritario (e relativo OT) corrispondono le priorità di  investimento, scelte da ciascuna Regione sulla base dell’analisi del proprio contesto socio-economico e dal confronto con il partenariato. A ciascuna priorità di investimento è associato uno o più obiettivi specifici che corrispondono al risultato atteso, e che si traduce in azioni, cui vengono destinate specifiche risorse. Il Programma operativo del Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale POR FESR 2014-2020 della Regione Campania, approvato dalla Commissione europea il 3 dicembre 2015, individua tre strategie regionali: Campania Innovativa, Campania Verde e Campania Solidale ed è strutturato in 11 assi.

Campania Innovativa

Questa linea di intervento punta allo sviluppo dell’innovazione con azioni di rafforzamento del sistema pubblico/privato di ricerca e al sostegno della competitivita` attraverso il superamento dei fattori critici dello sviluppo imprenditoriale. Essa si articola nei seguenti Assi:

1. Ricerca e innovazione: ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione (rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l’innovazione).

2. ICT e Agenda Digitale: migliorare l’accesso alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, nonche´ l’impiego e la qualita` delle medesime.

3. Competitività del sistema produttivo: promuovere la competitività delle piccole e medie imprese, il settore agricolo e il settore della pesca e dell’acquacoltura.

Campania Verde

Questa linea di intervento è finalizzata al sostanziale cambiamento dei sistemi energetico, agricolo, dei trasporti e delle attività marittime, oltre che ad un diverso assetto paesaggistico sia in termini di rivalutazione sia in termini di cura. Essa si articola nei seguenti Assi:

4. Energia sostenibile: sostenere la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio in tutti i settori.

Leggi anche  Dall'auto-compostaggio al compostaggio di comunità: una sintesi della normativa

5. Prevenzione dei rischi naturali ed antropici: promuovere l’adattamento al cambiamento climatico, la prevenzione e la gestione dei rischi.

6. Tutela e valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale: tutelare l’ambiente e promuovere l’uso efficiente delle risorse.

7. Trasporti

Campania Solidale

La linea di intervento mira alla costituzione di un sistema di welfare orientato all’inclusione e alla partecipazione, innalzando il livello della qualita` della vita attraverso il riordino e la riorganizzazione del sistema sanitario, lo sviluppo e la promozione dei servizi alla persona, le azioni che promuovono l’occupazione, l’inclusione sociale e il livello di istruzione. Essa si articola nei seguenti assi:

8. Inclusione sociale: promuovere l’inclusione sociale, combattere la poverta` e ogni forma di discriminazione.

9. Infrastrutture per il sistema dell’istruzione regionale: investire nell’istruzione, formazione e formazione professionale, per le competenze e l’apprendimento permanente.

Altri assi

10. Capacita` amministrativa

11. Assistenza tecnica

Tali linee strategiche saranno realizzate in coerenza con specifiche esigenze programmatiche:

1) attuare la Smart Specialization Strategy (RIS 3 Campania), strategia regionale di ricerca e innovazione basata sul concetto di specializzazione intelligente, e rendere coerente il Programma operativo agli obiettivi di Europa 2020;
2) migliorare la qualità della vita ed il benessere della popolazione e valorizzare le linee di specializzazione delle aree urbane e contrastare i fenomeni di spopolamento delle aree interne attraverso le due Strategie Territoriali Trasversali: Strategia Sviluppo Urbano, Strategia Aree Interne (D.G.R. n. 600/2014);
3) assicurare il completamento dei Grandi Progetti e la prosecuzione delle azioni programmate in coerenza tematica con le priorità del ciclo 2014-2020, che prevedono interventi legati allo sviluppo produttivo, allo sviluppo urbano, al risanamento ambientale e al rafforzamento dei trasporti regionali.

Il riparto della dotazione finanziaria tra gli Assi del POR e` riportato nella tabella.

Leggi anche  Conferenza dei Servizi: in vigore le nuove semplificazioni
Asse Sostegno UE [k€] Sostegno ITA [k€] Sostegno TOT [k€]
Asse 1 – Ricerca e innovazione 386070,72 128690,24 514760,96
Asse 2 – ICT e Agenda Digitale 261812,75 87270,917 349083,667
Asse 3 – Competitivita` del sistema produttivo 264282,346 88094,115 352376,461
Asse 4 – Energia sostenibile 462311,133 154103,711 616414,844
Asse 5 – Prevenzione dei rischi naturali ed antropici 277238,546 92412,849 369651,395
Asse6 – Tutela e valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale 747489,591 249163,197 996652,788
Asse 7 – Trasporti 167631,476 55877,159 223508,635
Asse 8 – Inclusione sociale 114106,762 38.036 152142,349
Asse 9 – Infrastrutture per il sistema dell’istruzione regionale 112182,52 37394,173 149576,693
Asse 10 – Sviluppo urbano 214522,701 71507,567 286030,268
Asse 11 – Assistenza Tecnica 77510,837 25.837 103347,783
Totale 3085159,382 1028386,461 4113545,843

 

Tra le principali linee di intervento, l’Asse 6, sulla tutela e valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale, e l’Asse 5 sulle energie sostenibili. A seguire l’Asse 1, sulla Ricerca e Innovazione.

Dotazione finanziaria per asse

Dotazione finanziaria per asse

 

Potrebbe interessarti
Filter by
Post Page
Normativa Energia Energia Fotovoltaico Diagnosi Energetica Per la casa Per il condominio Per l'impresa Per la PA In evidenza PMI Solare Termico Cogenerazione Luce e Gas Monitoraggio Pompe di calore caldaie e stufe a biomassa Rifasamenti Prodotti Ente pubblico Casi studio Privato Ambiente Startup Industria
Sort by